THE NEW YORK TIMES – RIBOLLA GIALLA RONCHI DI CIALLA

Anche per la prestigiosa testata giornalistica newyorkese “The New York Times” la nostra Ribolla Gialla Ronchi di Cialla e’ il vino perfetto per l’estate.
Eric Asimov ricorda che la Ribolla Gialla è uno dei vitigni autoctoni del Friuli-Venezia Giulia e che l’interpretazione diretta e precisa data da Ronchi di Cialla ne fa una versione semplice e deliziosa, con ricordi di frutta secca, fiori e agrumi tropicale insieme con sfumature minerali. (Nello Stato di New York la Ribolla Gialla e’ distribuita da Soilair Selection, New York).

La nostra Ribolla Gialla nasce nelle nostre vigne di collina, certificate Biodiversity Friend. I vigneti sono condotti (come nostra regola) in assenza di concimazioni sia inorganiche che organiche e in assenza di irrigazione. Tutte le operazioni sul secco e sul verde sono eseguite rigorosamente a mano da personale specializzato. I trattamenti antiparassitari sono eseguiti con prodotti di contatto, non sistemici, per non avere alcun residuo nell’uva. La produzione di uva a ceppo si aggira tra 1 ed 1,2 Kg che con una densità di impianto di 5000 ceppi ettaro da una produzione di 50/60 q.li/Ha.
Vinificazione: l’uva così ottenuta e vendemmiata a mano in piccole cassette arriva in cantina ed immediatamente viene diraspata, pigiata e messa in vasca d’acciaio per la macerazione pellicolare sulle bucce a temperatura rigorosamente controlata e non superiore agli 8° C. Questa fase serve per estrarre aromi e struttura ed ha una durata di 24 ore circa. Terminata la macerazione l’uva viene pressata in modo molto delicato ed il mosto che se ne ottiene, dopo una decantazione statica di un giorno senza uso di chiarificanti, viene posto a fermentare in vasca d’acciaio ad una temperatura controllata tra i 12° e i 13° C con lieviti indigeni. Questa fase dura più di un mese ed una volta terminata si procede con il batonage tre volte la settimana per quattro mesi. In questa fase estraiamo polisaccaridi dalle fecce e di conseguenza strutturiamo il vino oltre a renderlo morbido. A fine marzo il vino viene travasato, filtrato ed imbottigliato a metà aprile.

Buona estate e alla salute!