IT EN

Azienda

Chi siamo
L'Azienda Ronchi di Cialla è a conduzione strettamente famigliare.
Se Dina e Paolo, che sono stati i fondatori nel 1970, si sono avvicinati alla terra per una precisa scelta di vita, i figli Pierpaolo ed Ivan sono la generazione “nata sulla vigna”.
Ambedue periti agrari e laureati in Scienze delle Preparazioni Alimentari, sono convinti sostenitori della filosofia dei Ronchi di Cialla e della millenaria civiltà friulana del vino.
La famiglia così riunita in sinergia, rappresenta oggi un formidabile motore di tradizione e conoscenza scientifica che contraddistingue questa piccola ma esclusiva Azienda-Famiglia.
La nostra famiglia
Vita di una Famiglia nei vigneti storici friulani
Fondazione
1970-1976
Fondazione dell’Azienda Ronchi di Cialla da parte di Paolo e Dina Rapuzzi. Da subito la filosofia aziendale è stata quella di coltivare e salvaguardare unicamente i vitigni autoctoni friulani ed ottenerne grandi vini da invecchiamento. Nel 1976 viene assegnato il primo “Risit d’aur” per l’impianto di Schioppettino con la seguente motivazione: “…a Dina e Paolo Rapuzzi per aver dato razionale impulso alla coltivazione, nel suo habitat più vocato in Cialla di Prepotto, dell’antico prestigioso vitigno autoctono Schioppettino, di cui assurde leggi ne hanno decretato l’estinzione…”.
Cialla
1983
il ministero delle Risorse Agricole riconosce e stabilisce la delimitazione geografica “Cialla" per i vini: Schioppettino di Cialla, Refosco dal Peduncolo Rosso di Cialla, Verduzzo di Cialla, Picolit di Cialla.
DOC
1989
Lo Schioppettino viene riconosciuto DOC Colli Orientali del Friuli.
Cru Cialla
1995
Sulla base della legge 164 viene pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 278/95 il disciplinare del CRU CIALLA. A tutt’oggi risulta essere l’unica sottozona in Italia ove una sola azienda (Ronchi di Cialla) produce vini provenienti da cinque vitigni autoctoni: Schioppettino, Refosco dal Peduncolo Rosso, Ribolla, Verduzzo e Picolit.
Vini prestigiosi
2001
Il 12 gennaio lo Schioppettino di Cialla 1986 e 1988 viene battuto all’asta da Christie’s a New York assieme ai più prestigiosi crus italiani e francesi. L’azienda Ronchi di Cialla emette il “1° Bando di Rabboccamento” per le prestigiose annate di Schioppettino di Cialla 1985 e Verduzzo di Cialla 1983. Il 19 e 20 maggio si è proceduto all’operazione di rabboccamento, alla presenza di un notaio, di un numero limitato di bottiglie di proprietà dell’Azienda ed altre, provenienti anche dall’estero, di clienti.
25 anni
2002-2003
Il giorno 8 giugno 2002 ai Ronchi di Cialla sono stati celebrati i primi 25 anni dalla rinascita dello Schioppettino. E’ stato presentato un arco di 25 anni di Schioppettino dei Ronchi di Cialla esemplificato in sei annate (1998, 1990, 1985, 1983, 1980 e 1977) degustate da una numerosa e selezionata commissione di esperti. Grande impressione è stata suscitata dall’evoluzione dello Schioppettino di Cialla nel tempo, dalla sua unicità e possibilità di esprimersi ed elevarsi attraverso i lunghissimi invecchiamenti. Il giorno 10 maggio 2003 viene effettuato il 2° Rabboccamento nei Ronchi di Cialla. Alla presenza di un notaio e della famiglia Rapuzzi, vengono rabboccati Schioppettino, Refosco dal Peduncolo Rosso, Picolit e Verduzzo dell'annata 1977. All'operazione vengono sottoposte le bottiglie di proprietà dell'azienda Ronchi di Cialla ed altre di proprietà dei più prestigiosi clienti.